Hai dimenticato la password?    

    

Entra     
Home   Pizzerie   Pizze   Scuola Pizzaioli   Corsi   Albo Pizzaioli   Lady   Chef   Campionati   News   Links   Contatti   Blog
ISCRIVITI GRATIS News Italiane ed Estere ISCRIVITI GRATIS

Torna alle News    



TRIGGIANELLO A TUTTA BIRRA



TRIGGIANELLO “ A TUTTA BIRRA”
 
Per quattro giorni la birra artigianale è stata la protagonista di una vera e propria festa della gastronomia e della musica in cui questa antica bevanda è riuscita a richiamare nella piccola frazione di Triggianello (BA) ,sede del birrificio “ Birranova,” estimatori, giornalisti e curiosi giunti anche da fuori regione.
La prima edizione del nuovo festival della birra artigianale si è proposta, infatti, come un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati del gusto.
Sono state offerte 16 tipologie di birre di casa Birranova e 7 ospiti nazionali si sono alternati durante le serate.  L’ iniziativa ha avuto come mission quella di diffondere la cultura della birra artigianale, proponendo e facendo conoscere anche altre realtà esistenti sul territorio. In questa ottica rientra la visita al birrificio dove l’ esperta in comunicazione enogastronomica Manila Benedetto ha fatto da cicerone durante una visita guidata in cui ha spiegato ai curiosi presenti :la storia della birra, le sue origini risalenti all’antico Egitto, i processi di fermentazione, la differenza fra produzione artigianale ed industriale,la diffusione di questa bevanda e i diversi modi di berla, la sua produzione che si può ottenere con qualsiasi tipo di cereale che determina il gusto e la qualità del prodotto, i vari tipi di luppolo,le varie fasi di lavorazione, i passaggi nei tini, la cottura del mosto in caldaie, i diversi tassi alcolici, i dati sui consumi, la classificazione secondo i lieviti adoperati, i diversi stili di birra che contraddistinguono la bevanda tenendo conto di caratteristiche come colore, sapore, gradazione alcolica, ingredienti, metodo di produzione, ricetta, storia ed origini.
Dal 2007 il birraio Donato Di Palma porta avanti questa sfida, produrre birra di qualità. Egli non è solo “appassionato” di birra, ma un vero innamorato di questo prodotto. Così, dopo anni di sperimentazioni da homebrewer e di esperienza accanto a storici birrai italiani e tedeschi, ha deciso di fondare il suo Birrificio Birranova. Birranova è, come dice il suo motto, speciale quanto la birra Birranova, infatti, racchiude nel suo cuore la terra pugliese grazie all’utilizzo – in alcune etichette – di materie prime tipiche del territorio, riscoperte e valorizzate.
. Le sue birre più conosciute: LINFA, BEVA, ABBOCCATA, ARSA, NEGRAMARA EXTRA, PRIMATIA, con la loro fama hanno varcato i confini nazionali.
Speciale perché nasce da una passione, speciale perché nasce da una lunga gavetta, speciale perché è prodotta solo con ingredienti selezionati e senza uso di estratti, speciale perché vuole rappresentare sia la tradizione millenaria della birra, sia il suo territorio di nascita, la Puglia, ci hanno tenuto a ribadire durante la visita sia l’ addetto alla comunicazione sia il mastro birraio, giustamente orgogliosi dei loro prodotti , vincitori in diverse competizioni, dove hanno conquistato premi ed ambiti riconoscimenti nelle diverse categorie. Subito dopo la visita al birrificio, gli ospiti sono stati invitati a fare una visita presso gli stand, vi assicuro un vero e proprio attentato alla linea. Si potevano infatti degustare specialità provenienti da varie regioni: dal famosissimo capocollo di Martina Franca ai panini con porchetta, dalla bombetta di Alberobello alle specialità di mare cotte alla brace, dalle focacce al farro, con farina integrale ai panzerotti, dalle patatine fritte agli arrosticini abruzzesi, dalle zampine di pecora e cinghiale ai prodotti caseari, dai primi piatti alle crepes, dalla frutta secca a quella fresca. Non mancava proprio niente, compresi splendide creazioni artigianali, e su tutto trionfava la birra che scorreva a fiumi, spillata sul momento. Grande attenzione ed interesse, vista la novità, è il primo anno a fronte della sesta edizione della festa, hanno suscitato i laboratori di degustazione in cui gli ospiti guidati da esperti hanno imparato i maniera piacevole ad abbinare cibo e birra e a conoscere i prodotti tipici del territorio. Il birraio Donato Di Palma ha spigato che il Birrificio “ Birranova” produce sette ettolitri di birra all’ anno, quanto ne produce in un solo giorno un birrificio industriale; ha poi descritto con passione, da vero innamorato di questa bevanda, i vari abbinamenti con i cibi a seconda del gusto, della gradazione alcolica, del sapore perché il cibo non deve prevaricare la birra e viceversa. Durante i laboratori grande apporto è stato dato dalla giornalista Manila Benedetto e da Enzo Scivetti, delegato ONAV Puglia ed esperto del sigaro Toscano, altro prestigioso partner della serata, a cui è stata dedicata la conclusione della degustazione perché fumare il sigaro presuppone una vera filosofia. Il birraio ha proposto la prima birra : una NOVA Pils light, da lui tanto amata perché gli ricordava il suo maestro, abbinata ai prodotti caseari quali scamorze, ricotte , mozzarelle del nostro territorio; il secondo tipo di birra è stato invece accoppiato a taralli, focacce realizzati dal maestro in campo della panetteria Renzo De Lucia che si è prefisso di valorizzare gli antichi cereali e sapori privilegiando il farro, il kamut, la segale e il mondo del biologico. Alcuni cereali risalgono addirittura a 10-15 mila anni fa’. Le manipolazione genetiche dei cereali hanno portato all’ aumento delle malattie. E’ stata ribadita l’ importanza di usare ottime materie prime, il lievito madre, farine selezionate: La birra Beva è stata abbinata invece alle zampine di cinghiale, una vera delizia. Ha poi preso la parola Enzo Scivetti che ha descritto la storia del sigaro, le caratteristiche, come si fuma e si accende, la filosofia che c’è dietro perché il sigaro presuppone relax, pausa un momento da dedicare a noi stessi. Lo “stortignacciolo” è realizzato a mano, è rigoso, non lineare, prodotto con foglie di amido di mai, ha un odore particolare che lo caratterizza. La birra ARSA, un’ altra delle specialità Birranova fatte degustare, si abbina a salumi, sapori forti ed intensi. Ma il maestro birraio ha sempre novità per deliziare il palato degli estimatori di questa bevanda millenaria, ha infatti fatto assaggiare a fine degustazione,abbinata a dei taralli dolci con mandorle, una birra prelevata dalle botti dove vi era il vino e il whisky, che avevano un sapore di passito, veramente deliziose a fine pasto, una vera prelibatezza. Molta curiosità inoltre ha suscitato il concorso nazionale per homebrewers, cioè produttori di birra fatta in casa, grazie ad appositi kit. L’ associazione LUPPULIA a cui fanno capo, affiliata a MoBi( Movimento Birraio Italiano), sta cercando di diffondere la cultura della birra, gli stili, il suo consumo consapevole,le tecniche di produzione e sviluppare una rete di rapporti fra gli appassionati. La simpatica festa è stata ogni sera rallegrata da gruppi e band che hanno intrattenuto il numerosissimo pubblico presente, giunto anche da lontano. Un plauso agli organizzatori e appuntamento alla settima edizione, con altre novità e prelibatezze enogastronomiche.

                                                                                               Paola Copertino








  Home     Pizzerie     Pizze     Scuola Pizzaioli     Corsi     Albo Pizzaioli     Lady     Chef     Campionati     News     Links     Contatti     Cookie Policy     Mappa del Sito